martedì 6 giugno 2017

Gyre cardigan di Nora Gaughan

Sfogliando una vecchia rivista di Interweave Knits della  primavera 2014, ho trovato questo cardigan, che mi è sembrato,perfetto per una mia amica in cerca di qualcosa di particolare , lungo a coprire i fianchi, leggero, fresco e facilmente indossabile.
Ed ecco qua, un cardigan lace, tutto traforato in fresco lino ed una gradazione di colore molto delicata.
Basterà cambiare il colore del top da indossare sotto e l'effetto finale sarà sempre diverso.
Devo dire che io l'ho provato indossando il solo reggiseno color fuxia e non da assolutamente un senso di nudità perché, nonostante sia molto traforato risulta piuttosto  compatto e non ti fa sentire a disagio.
Se vi interessa il modello, potete trovarlo a pagamento su Ravelry , è abbastanza semplice da seguire tranne nella parte lace , che non è  spiegata benissimo e mi ha creato un po' di difficoltà però poi, una volta che riuscite a capire si va avanti abbastanza speditamente.
Per fortuna, ho deciso di seguire la taglia due ( la prima dopo la parentesi ) perché soltanto dopo averlo terminato mi sono accorta che nella parte finale si allarga molto e se avessi optato pe una taglia superiore mi sarei trovata con un cardigan per giganti.
tenetene conto se decidete di lavorarlo perché la taglia 2 copre sino alla 50 taglia europea.
Io, che me ne sono innamorata, se ne farò un altro per me , stavolta sceglierò la taglia base.
Se avete dubbi o vi serve aiuto contattatemi pure , sarò lieta di aiutarvi.

P.S. scusate per la qualità delle foto che non sono il mio forte, infatti il cardigan è dritto, sono io ad essere storta 😁 e non ci sono "bozzi" sono sempre io che tratteneva il cardigan. Perdonatemiiiì 






martedì 30 maggio 2017

SCIALLE DELLA NONNA

Ed eccolo qui, l'ultimo scialle da me completato e consegnato è proprio il classico scialle della nonna.
Quelle della mia età ricorderanno senz'altro le nostre nonne con le spalle avvolte in questi scialletti , lavorati tutti in tondo, a formare un grande disco rotondo che poi veniva piegato a semicerchio e chiuso con un nastrino di raso intorno al collo.
Allora non esistevano i riscaldamenti nelle case e, la stufetta elettrica, costava troppo per tenerla accesa tutto il giorno, l'unico modo per scaldarsi quindi era la lana.
E' uno scialle molto facile da eseguire e, anzichè lavorarlo tutto in tondo, io l'ho lavorato a semicerchio ,
Vi do le istruzioni , nel caso vi venisse voglia di prepararne uno da regalare alle vostre nonne o alle vostre mamme per il prossimo Natale.
Questo è stato realizzato con un filato 90% lana e 10% acrilico ( le piccole perle argentate che danno luminosità al capo ) ma voi potete usare il filato che preferite tenendo presente che io ho utilizzato l'uncinetto n. 6.


Occorrente

1 uncinetto n. 6
600 grammi di lana



Avviare 73 catenelle e puntando l'uncinetto nella terza catenella, eseguire un punto basso in ogni catenella.

1° giro -Eseguite  *1 p. alto, 2 cat., 1 p. alt, 2 cat.* ripetere da* a * per tutto il giro. 

2° giro - *2 p. alti (insieme nel primo archetto) 1 cat., 1 p. alto (nell'archetto successivo) 1 cat.* ripetere da
              * a * per tutto il giro.

Dal 3° giro in poi ripetete sempre il secondo giro , avendo cura di eseguire i 2 punti alti insieme sempre in corrispondenza dei  2 punti alti del giro precedente ( questo costituisce l'aumento che consente allo scialle di allargarsi ad ogni giro ). 
 Continuate a lavora fino a raggiungere la lunghezza desiderata temendo presente che alla fine dello scialle eseguiremo un bordo di circa 5/6 giri come segue:




Cominciando dal primo archetto lavorate come segue: 

*3 p. alti, 1 cat., 3 p. alti, 2 cat.,saltare 2 archetti, 1 p. alto, 2 cat.  saltare 2 archetti * ripetere da * a * per tutto il giro.

Eseguite 5 o 6 giri ( o tutti i giri che volete ) in questo modo poi , cominciate a riprendere a punto basso tutto il contorno dello scialle per rifinirlo . Eseguito il primo giro a punto basso, continuate con un giro a punto gambero.
Chiudete il lavoro ed affrancate il filo.

Se volete, potete inserire un nastrino di raso sia intorno al collo che al punto d'inizio del bordo.
Per la chiusura del collo invece, potete sia eseguire un cordoncino ad uncinetto che utilizzare lo stesso nastrino di raso.
Fatto!

Come vedete è molto semplice e, utilizzando un filato degradè , potete ottenere dei risultati fantastici.
Provare per credere.
Alla prossima e buon lavoro











giovedì 25 maggio 2017

STOFFE E DINTORNI

Vista la mia nuova attitudine al cucito sia sartoriale che creativo, ho pensato di inserire tra i nostri prodotti , stoffe americane e stoffe di sartoria , dal cotone alla seta.
Se volete maggiori informazioni riguardo il metraggio disponibile o il prezzo ,  potete contattarci sia via mail che via facebook oppure telefonicamente o con messaggi, saremo lieti di rispondervi.
Approfittate dell'occasione perchè i tessuti sono di ottima qualità, spesso firmati, ed il rapporto qualità / prezzo è ottimo.
Allego delle foto di alcune delle stoffe disponibili e mi auguro che incontrino il vostro gusto.











venerdì 19 maggio 2017

Ferri morbidi Prym con pomoli

Come spesso faccio,  quando trovo delle novita', prima di proporle alle mie clienti , le provo io . E così è stato per i nuovi ferri da maglia Prym . Sono stata attirata dal loro inusuale colore bianco che spiccava in mezzo agli altri.
Si tratta di ferri pieghevoli , con una punta formata da un piccolo pallino che aggancia molto bene le maglie proprio come i ferri dalla punta acuminata, il vantaggio è che non dividono il filato .
Il lavoro scorre molto bene , hanno una buona presa , il filo scivola bene e due pomelli alla fine del ferro consentono di agganciarli uno all' altro
Cosi' oltre ad essere sempre insieme impediscono anche la caduta delle maglie .
Insomma il mio giudizio è positivo per effettuare dei lavori con un un normale numero di maglie, ( ad esempio un cardigan metodo classico a pezzi separati )
Altro discorso è  per i lavori con tante maglie, tipo uno scialle o un top down , perché in questo caso , l'elevato numero di maglie che si raggiunge, tende a piegare leggermente il ferro.
In questo momento io ho un lavoro top down in corso con un filato lino/cotone e sta andando abbastanza bene, vedremo poi cosa succederà quando aumenterà il peso .


lunedì 8 maggio 2017

Cambio contatore del gas

Oggi, nel nostro palazzo,  come in tanti altri, l'Italgas aveva previsto la sostituzione del vecchio contatore ,  con uno nuovo a lettura digitale.
Bene, abbiamo pensato, finalmente anche la lettura del gas potrà essere effettuata a distanza come già avviene per la luce.
Invece succede che, una volta sul posto, gli addetti ai lavori scoprano che le valvole del contatore sono vecchie e quindi, non adatte al nuovo contatore , pertanto il lavoro non si può fare e verrà rimandato a data da destinarsi.
Ora io mi chiedo: ma i grandi Capoccioni, pagati fior di quattrini per dirigere un'azienda , prima di programmare interventi di questo tipo in palazzi vetusti,  non si sono chiesti se quell'azienda era mai intervenuta prima ? Non risulta da qualche parte se in questi palazzi erano stati già fatti interventi di modernizzazione ?
No , semplicemente un giorno si mandano gli operai, i quali di fronte all'impossibilità di  eseguire l'intervento , sono quasi più dispiaciuti di noi.
Morale della favola, nessun contatore è stato cambiato, molti di noi hanno sprecato mezza giornata di permesso dal lavoro presa per essere a casa nell'orario richiesto,  giornate di lavoro degli operai buttate via e, lasciatemelo dire, grande incazzatura perché non si riesce a capire come lavorano questi grandi dirigenti . Forse i troppi soldi di stipendio logorano il cervello.

domenica 7 maggio 2017

Cucito creativo

Da qualche mese , ho sviluppato una vera e propria passione per il cucito, in modo particolare il cucito creativo e il quilting. Partendo da zero , perché sapevo a malapena tenere l'ago in mano, ma avendo a disposizione tante stoffette , americane e non, ho deciso di cominciare a seguire qualche video  tutorial  .
Ho scelto di fare un cestino portaoggetti , con 2 stoffe diverse e un'imbottitura tra le due per renderlo un po' piu ' stabile.
Che ci vuole ? Mi sono detta. Seguo passo passo il tutorial e, tutto  filera' liscio. Quando c'è la passione .....
Eppure non è  andata proprio così,  perché nonostante l'ottimo tutorial, mentre procedevo con l'esecuzione, mi sorgevano un sacco di dubbi e avrei voluto poter fare delle domande per chiarire alcuni punti oscuri ma, non avendo nessuno a cui chiedere, sono andata avanti , pasticciato un po' .
Bene , il risultato potete vederlo nelle foto, tutto sommato neanche troppo male ma, decisamente , stortignaccolo e asimmetrico.
Successivamente,  dovendo realizzare un cestino portapane , ho chiesto aiuto ad un'amica , bravissima nel cucito ma, soprattutto, assai precisa,  di quelle che , se il prodotto finito non corrisponde al millimetro al progetto originale, si butta tutto e si ricomincia.
Inutile dire che il portapane è venuto perfetto ( addirittura, non avendo la stoffa già trapuntata,    l'abbiamo trapuntata noi !!!! ) ma, soprattutto , io ho imparato tantissimi trucchetti e chiarito i miei precedenti dubbi .
Insomma questo tutorial dal vivo mi è stato utilissimo e se dovessi ripetere questo lavoro non avrei problemi a farlo.
Tutto questo per dire che i video tutorial sono utilissimi per chi già ha un minimo di conoscenza ma per quelle che, come me, partono da zero, forse è meglio iniziare con l'aiuto di una persona competente., cosa, tra l'altro che avrei dovuto già sapere visto che insegno maglia, uncinetto, forcella da tanti anni ☺
Quindi, con la mia amica , ci siamo dette : perché non organizzare dei mini tutorial ? Impariamo con 1 solo incontro a produrre Beauty,  cestini, pochette, porta occhiali etc ad un costo decisamente accessibile e soprattutto comprensivo di tutt il materiale. Per quelle che hanno più  tempo a disposizione con 2 o tre incontri , potremo realizzare delle bellissime borse utilizzando anche un po' di tecnica quilting.
Alla fine del pomeriggio, porterete via il prodotto da voi confezionato, l' esperienza per poterne creare altri con altre fantasie di stoffe e quindi preparare in anticipo dei bellissimi regali di Natale ( lo soooooo, vi sembra presto per pensare al Natale ma arriva prima quello che pensate ) e un piccolo omaggio a sorpresa.
Insomma, vorremmo iniziare da settembre ma se qualcuno di voi è   interessato, potremmo organizzare anche un incontro per giugno.
Scrivete, telefonate, messaggiate per avere informazioni e costi ma soprattutto,  diteci cosa vi piacerebbe realizzare .

mercoledì 16 novembre 2016

E FINALMENTE IL BIOLOGICO DA TRICOTTANDO...................

E, anche se con un leggero ritardo rispetto agli artigiani tintori, anche le grandi marche hanno recepito il messaggio che i consumatori mandano: più naturalezza , meno agenti chimici, più rispetto per l'ambiente, minore impatto ecologico. Ed ecco quindi che nasce ed approda da Tricottando , la linea biologica Betulla by Miss Tricot, che, nell'ambito della sua evoluzione , ha dato vita a questa collezione di filati 100% merino , tinti naturalmente con erbe, fiori, frutti.
Inutile che vi dica il piacere che si prova nel lavorare la lana merino perché tutte noi appassionate la conosciamo bene. La sua morbidezza e leggerezza vengono arricchite in questa collezione , da un delicato profumo di erbe che ci ricorda il bosco, la natura, prati verdi, montagne in lontananza e anche greggi di pecore al pascolo!
I colori, delicati ma brillanti, soddisfano ogni esigenza
La linea si compone di due titoli,

Verbena By Betulla è un filato grosso adatto a realizzare sciarponi ,coprispalle,   scaldacollo etc.
Il colore naturale nasce nei laboratori della Tintoria di Quaregna, che utilizza tecniche tintoriali innovative che sfruttano i tantissimi colori presenti nella natura. Nel mondo Betulla ci sono tutta la semplicità e la ricca complessità della natura: bacche di ginepro, steli di reseda, radice do robbia, legno tropicale di campeggio, foglie di indaco e tantissime altre erbe e sostanze colorano filati preziosi, dando vita ad una nuova tradizione.
Ferri consigliati 8-9
Gomitolo da 50 gr = 50 mt

Salice By Betulla (Miss Tricot Filati) è un filato  più sottile del  Verbena è particolarmente adatto a maglioni , scialli , copertine e capi abbigliamento leggeri ma caldissimi.

A richiesta, è disponibile il booklet "Le idee di Betulla" con tutti i modelli e gli schemi per realizzare meravigliose creazioni firmate da grandi knitter/designer: Kate Alinari, Paolo Dalle Piane, Silvia Amendola e tanti altri! Finalmente realizzato in lingua italiana.

Gomitolo da 50 gr = 150 mt di filato
Ferri consigliati: 4-4,5

Lo trovate presso il nostro negozio fisico e , presto, anche sul nostro e-shop.
Che aspettate? Provatelo e fateci sapere cosa ne pensate. Vi aspettiamo e restiamo a vostra disposizione per qualunque richiesta d'informazioni.